Coaching Path

Il tuo mondo esterno è semplicemente uno specchio del pensiero
e della visione che hai del tuo mondo interiore.

 

Se vuoi modificare il tuo mondo esterno, se non ti piace la vita che conduci o le cose che ti accadono, occorre modificare i tuoi limiti interni che guidano la tua vita in questa direzione. Quello che sei oggi può essere forse il risultato delle interpretazioni delle esperienze che hai vissuto fin qui. Ma quello che sarai da oggi in poi dipende da ciò che scegli di fare ed essere oggi. La tua mente è la cosa più preziosa che hai, ma è necessario allenarla nel cambiamento di ciò che ti limita.

Il Coaching Path ti sostiene in questo processo e fa emergere in te tutte le modalità che ti portano ad affrontare al meglio le sfide della tua vita, a prendere consapevolezza delle situazioni quotidiane e di conseguenza a prendere decisioni basate su ciò che realmente ritieni più adeguato alla nuova visione globale della tua quotidianità, una nuova visione (molto più serena!) che conquisti in breve tempo durante il percorso di coaching.

Il primo elemento del cambiamento che avviene in te è una naturale trasformazione di ciò che ti limita verso la serenità. Questa avviene con un’adeguata auto-riprogrammazione guidata di scelta dei tuoi pensieri, sollecitata via via con delicatezza, fino a farti identificare esattamente la rotta che può portarti verso una  stimolante crescita personale, lontano da rabbia, astio, senso di vittimismo, autocommiserazione e rancori. Questi sentimenti negativi  creano una vita piena di ostacoli.

Questo cambio di prospettiva porta ad un livello energetico e armonico che apporta in te un senso di sollievo e leggerezza e ti fa accogliere una vita migliore.

Generalmente le sessioni di Coaching si effettuano di presenza, anzi, questa è la formula che nell’immaginario collettivo viene considerata la più efficace.  Invece, nella mia lunga esperienza personale ho notato una sostanziale differenza quando la sessione di Coaching viene svolta in una modalità che evita il contatto visivo. Ho potuto monitorare negli anni l’efficacia di questo metodo e posso dire di avere una buona statistica grazie a centinaia di persone seguite nel Coaching individuale o di gruppo.

Infatti le sessioni che utilizzano lo strumento della sola voce, abbinate ad un processo visivo differente e mirato, evitano eventuali fraintendimenti provenienti dal non verbale e agiscono direttamente da un’area profondamente collegata al subcosncio e alle sensazioni per apportare risultati certi,  a lungo termine.

Dopo aver riscontrato questo aspetto, ho creato un metodo, ormai consolidato da più di 16 anni “sul campo”, che continua a generare risultati straordinari nel tempo.

I vantaggi sono molteplici:

  • La voce diviene una sorta di prolungamento della propria coscienza, pertanto la persona dialoga con grande facilità con i propri “programmi” radicati profondamente in sè, trasformando ogni atteggiamento critico in uno vincente, che resta attivo a lungo termine.
  • La modalità utilizzata porta la persona a prendere consapevolezza dei propri pensieri e delle proprie dinamiche comportamentali, delle sensazioni sopite, delle potenzialità non sviluppate. Questi aspetti vengono di volta in volta condivisi generando, al termine del percorso, una forte consapevolezza di sé, che porta a divenire  forte di se stessi e altamente sicuri, acquisendo una maggiore autostima. Si sceglie un nuovo stile di pensiero che conduce ad un nuovo stile di vita.
  • Inoltre, dettaglio non meno importante considerando la grande quantità di impegni a cui deve far fronte chi lavora e corre durante la propria giornata, non occorre effettuare spostamenti fisici per raggiungere una sede, ma ci si può fermare dovunque ci si trovi per il tempo necessario alla sessione. In alcuni casi avviene di tanto in tanto un incontro di persona per consolidare alcune consapevolezze acquisite attraverso sessioni di auto-ipnosi, se desiderato.
  • Si può lavorare o vivere in qualsiasi parte del mondo, in quanto la sessione non viene svolta di presenza; basta parlare la lingua italiana.
  • Dopo aver migliorato la comunicazione con se stessi, si diviene persone pro-attive e serene, pronte a dare sostegno alle persone intorno a sè, a trovare soluzioni e intuizioni “a comando” all’occorrenza. Potrebbe infatti esserci il desiderio di voler imparare ad essere coach a propria volta, seguendo la scuola di Coaching Path.
  • Per richiedere una sessione di condivisione iniziale, clicca qui.

Il Coaching Path della sola voce consente  velocemente una trasformazione dei propri limiti attraverso un facilitato accesso al subconscio.
Non c’è quindi bisogno di spostamenti fisici, ma si può prendere parte facilmente alle sessioni individuali in lingua italiana ovunque ci si trovi nel mondo.
L’approccio all’e-Learning integrato sollecita, con immagini e strategie mirate, a prendere coscienza di nuove consapevolezze e a contattare   -e liberare- una forza interiore sopita nel tempo.
Il Metodo YesCoaching si basa sugli studi scientifici più avanzati riguardo alle modalità di utilizzo del cervello e dei livelli energetici del corpo, apportando significativi cambiamenti nelle persone.

Questa metodologia di Coaching porta ad avere una visione d’insieme, che facilita il cambiamento in modo significativo e duraturo nella performance pesonale.

Infatti, le sessioni che usano la sola voce (rispetto ad un percorso con sessioni di persona) apportano risultati  che agiscono in modo:

  • più veloce
  • più performante
  • più profondo
  • con un consolidamento più radicato nel tempo

Il Metodo YesCoaching garantisce questi parametri.

Per richiedere una sessione di condivisione iniziale, clicca qui.

Durante la tua infanzia, i tuoi pensieri pieni di emozioni e forza creatrice hanno generato interpretazioni degli eventi vissuti allora, attraverso il punto di vista di un bambino.  Queste interpretazioni si sono consolidate nel tuo subconscio e oggi a volte continuano a guidare la tua vita verso ciò che non sei, non vuoi essere, non vuoi fare o non vuoi avere. Questo crea in te sentimenti conflittuali e un senso di insoddisfazione che ogni tanto affiora nella tua quotidianità. Vorresti cambiare… ma non ti è chiaro il “come”.

E’ come se uno scossone avesse buttato giù i libri della tua libreria “mentale” e ora, con tutti i libri per terra, potresti avere confusione sul dove metterli….  a volte può essere determinante avere un osservatore esterno che stimoli intuizioni utili “a mettere in ordine i libri sugli scaffali” mentali o anche semplicemente… quale nuovo posto dare ad ognuno.

 

Per richiedere una sessione di condivisione iniziale, clicca qui.

Il percorso di coaching  crea un filo sottile con una voce esterna che diviene un prolungamento mente-cuore e genera una profonda condivisione che sostiene nel mettere a fuoco la lente del proiettore che riproduce il film della propria vita.  Ognuno sa già come fare. A volte però è utile parlare con un osservatore esterno che sostenga attivamente nel far individuare verso che lato è possibile ruotare l’obiettivo, perchè l’immagine sia più nitida.

Durante il Coaching Path non si lavora sul passato, ma sul presente, per aiutare a desiderare > visualizzare > percepire >e quindi raggiungere un approccio alla vita più sereno e proattivo.

Leggi le testimonianze di chi ha già fatto questo percorso di Coaching